Borsa mare Recensione - Gennaio 2018

Isabelle confronta gli quattro ultimi Borsa mare

Isabelle S.
Derrière la porte
Derrière la porte
Onshore Starlight
Onshore Starlight
Borsa da spiaggia Don Don
Borsa da spiaggia Don Don
Desigual
Desigual

Per ogni borsa del confronto ho verificato in primo luogo la robustezza delle cuciture interne ed esterne, oltre alla resistenza dei punti di ancoraggio delle maniglie, che ho testato con dei pesi molto maggiori rispetto a quanto una borsa di quel tipo dovrebbe normalmente sopportare. Poi ho valutato la capienza, anche se quest'ultimo è un parametro molto soggettivo: la quantità di oggetti e capi d'abbigliamento che ognuno sceglie di portare in viaggio, soprattutto all'interno di una normale borsa a mano, è molto variabile. Infine ho osservato la presenza di optional, come tasche interne.

Vincitore
Derrière la porte

Derrière la porte

Risultato del test

10

su 10

Peso
499 g
Dimensioni
58 x 36 x 17 cm
Pro

isolamento dal calore esterno

Contro

tessuto sintetico

Qualità-prezzo
Onshore Starlight

Onshore Starlight

Risultato del test

9

su 10

Peso
459 g
Dimensioni
60 x 36 x 19 cm
Pro

rivestimento interno naturale

Contro

maniglie troppo sottili

Borsa da spiaggia Don Don

Borsa da spiaggia Don Don

Risultato del test

8.4

su 10

Peso
408 g
Dimensioni
58 x 38 x 18 cm
Pro

Fantasia senza tempo

Contro

I materiali potevano essere migliori

Desigual

Desigual

Risultato del test

8.2

su 10

Peso
450 g
Dimensioni
56 x 35 x 18 cm
Pro

design

Contro

cuciture fragili

»
«

Andare in spiaggia, ma con stile: scegli la borsa mare più adatta a te!

Borsa da mare, guida all’acquisto e 5 modelli a confronto- borse de spiaggia

A cosa serve una borsa da spiaggia?

Ogni estate, per la maggior parte degli italiani, rappresenta il periodo dell’anno in cui si frequentano maggiormente le spiagge. La sabbia, a lungo andare, può risultare molto pericolosa per accessori e abbigliamento: ecco perché le proprie visite alla spiaggia dovrebbero essere accompagnate dalla giusta attrezzatura.

La borsa da mare è stata ideata con lo scopo di garantire una funzionalità pari a quella delle comuni borse da viaggio, ma con criteri costruttivi in grado di renderla particolarmente resistente agli agenti esterni più aggressivi, per esempio il sole e l’aria salmastra. Non è raro trovare dei modelli di borsa ristretti, particolarmente indicati nel caso in cui si vada al mare da soli, che all’occorrenza possono essere impiegati anche nella vita di tutti i giorni, grazie a un’estetica polivalente.

La concezione delle borse da mare non è affatto recente, quindi nel mercato si trovano decine di migliaia di modelli tutti differenti fra loro, ognuno con i propri pregi e difetti. Con questa recensione ho confrontato cinque borse da spiaggia comuni, basandomi su fattori tecnici e non, per poi scegliere la migliore in termini assoluti e quella con il rapporto qualità/prezzo più vantaggioso.

Cosa considerare nel momento dell’acquisto?

Senza dubbio le prime considerazioni nell’acquisto di una borsa da mare sono oggettive. Queste riguardano l’affidabilità generale, ovvero l’efficienza con cui il prodotto è stato assemblato. Se da una parte, infatti, le distinzioni qualitative fra produzione orientale e produzione occidentale si sono assottigliate in modo sorprendente, dall’altra ci sono dei settori che ancora soffrono tantissimo di tale discrepanza, in particolare nella sartoria e quindi nel confezionamento di una borsa.

borsa da mare con telo da mare
@greekfood-tamystika/Pixabay.com

In previsione di una buona estate senza imprevisti, sarebbe bene quindi verificare che la borsa da mare scelta sia stata progettata con lo sguardo rivolto verso la funzionalità piuttosto che verso la sola estetica. Il resto è tutto molto personale: una buona rilevanza è data dalla capienza. Com’è giusto che sia, ognuno vive la spiaggia a modo proprio: questo comprende la quantità di oggetti che si sceglie di tenere con sé.

borsa da mare passeggiata
@MrsBrown/Pixabay.com

Come anticipato nel paragrafo precedente, i vari modelli si distinguono anche per la presenza di scomparti interni. Questa caratteristica è più rara, perché naturalmente nella costruzione delle borse destinate a trasportare oggetti molto ingombranti e facilmente impilabili (i teli) le tasche secondarie al di fuori di un piccolo spazio per gli oggetti personali non vengono considerate indispensabili.

borsa da mare rossa
@modi74/Pixabay.com

Nel caso in cui si volessero trasportare degli alimenti, ci si dovrebbe assicurare che la borsa sia adatta allo scopo, quindi con le pareti capaci di conservare efficientemente le basse temperature.

Il test: 5 modelli a confronto

Borsa Derrière la porte

Si tratta dell’unico modello isolante del confronto. Un’estetica gradevole e delle cuciture ben realizzate la rendono una borsa interessante e conveniente. L’isolamento dal calore esterno è un pro, ma di contro il tessuto è completamente sintetico, senza fibre naturali.

Desigual Florida Whitney

Secondo i miei gusti, la borsa con il design migliore del test. L’impatto estetico molto piacevole è indubbiamente un ottimo pro, tutt’altro che scontato per questo tipo di accessori. Purtroppo, a dispetto di tessuti ben selezionati, le cuciture non sono fra le migliori, difetto che potrebbe rendere questa borsa inaffidabile anche a breve termine.

Borsa Don Don

Una delle borse più equilibrate, con una fantasia unica per le maniglie e per il corpo principale. Anche in questo caso l’estetica è promossa a pieni voti. Il pro è la semplicità, con poche cuciture esposte, a garanzia di una buona resistenza. Come contro ho individuato la posizione degli attacchi delle maniglie, che non garantisce una buona distribuzione dei pesi.

Onshore Starlight

Questo modello Onshore ha il pregio di un rivestimento interno naturale, mentre l’esterno è sintetico, per migliorarne la durata. Il contro si trova nelle maniglie, troppo sottili e quindi soggette a rotture impreviste.

Conclusioni

Nonostante tutte le borse provate abbiano messo in mostra dei pregi unici, il test non ha lasciato spazio a dubbi: tenendo conto di tutti i fattori di giudizio il modello migliore è la borsa Derrière la porte, con un’ottima capacità isolante e materiali sintetici che, pur sacrificando il fascino al tatto e alla vista, offrono una robustezza senza pari.

In termini di qualità/prezzo ho scelto invece la borsa OnShoreche mi ha stupito per via delle scelte dei materiali, prima fra tutti la corda impiegata per le maniglie.

×

Chiudi