Biotrituratore Recensione - Gennaio 2018

Mario confronta gli tre ultimi Biotrituratore

Mario R.
Valex BT2800I 1498461
Valex BT2800I 1498461
Valex BT2400D 1498460
Valex BT2400D 1498460
J-SKY KSEG02-2400A
J-SKY KSEG02-2400A

Per capire quali biotrituratori possono davvero tornarvi utile, li ho messi di fronte alla più titanica delle prove: il mio giardino. Non essendo infatti io un giardiniere provetto, li ho fatti smaltire tutte quelle foglie e rami secchi che da tempo aspettavano di essere tolti. Per ogni biotrituratore ho tenuto conto della potenza del motore, del grado di sicurezza, della facilità di utilizzo e del compostaggio dei rifiuti.

Vincitore
Valex BT2800I 1498461

Valex BT2800I 1498461

Risultato del test

10

su 10

Peso
33 Kg
Potenza
2500 W
Capacità
60 L
Pro

Ottime lame con affilatura su entrambi i lati

Efficace

Sicuro

Pratico

Contro

Design un po' deludente

Qualità-prezzo
Valex BT2400D 1498460

Valex BT2400D 1498460

Risultato del test

9

su 10

Peso
17 Kg
Potenza
2100 W
Capacità
64 L
Pro

Versatile

Motore potente

Sicuro

Contro

Attacco cesto di raccolta

J-SKY KSEG02-2400A

J-SKY KSEG02-2400A

Risultato del test

7.5

su 10

Peso
14 Kg
Potenza
2400 W
Capacità
/
Pro

Motore potente

Lame efficienti

Prezzo competitivo

Contro

Materiali scadenti

»
«

Ti aiutiamo a scegliere il meglio dei prodotti online. Scegli il biotrituratore giusto!

Il paese del pollice verde

Secondo una recente ricerca, gli italiani in questi ultimi anni stanno riscoprendo il piacere di dedicarsi alla natura, e in tantissimi casi partono delle vere e proprie competizioni con il vicinato per chi ha il prato più verde. Il detto “l’erba del vicino è sempre più verde”, qui in Italia, sembra più quindi un guanto di sfida che un concetto filosofico. È da questa nuova passione degli italiani che ho deciso di redigere questa guida su uno strumento fondamentale per i lavori con il verde, il biotrituratore.


Biotrituratore, rami tagliati
@prasanna_devadas/pixabay.com

Le caratteristiche del perfetto biotrituratore

Partiamo da un concetto fondamentale: quanti di voi sanno cos’è un biotrituratore? Per fugare ogni dubbio, basta dire che si tratta di uno strumento progettato per sminuzzare in elementi piccolissimi tutti i rifiuti da giardino come rami, foglie, ecc. Un biotrituratore è fondamentale perché, riducendo al minimo i rifiuti da giardino, questi occupano meno spazio nel cesto dei rifiuti e possono essere quindi gettati con maggior facilità. Nell’acquistare un biotrituratore, sono molti gli aspetti da considerare. Anzitutto, la motorizzazione: acquistate solo prodotti che non solo siano dotati di un motore elettrico, ma che siano anche abbastanza potenti, perché i residui delle vostre piante possono essere più duri da sminuzzare di quanti immaginiate. In linea di massima, un motore da almeno 2400 watt è l’ideale. Altro aspetto le lame: assicuratevi che siano quelle in acciaio temperato, il migliore per svolgere questo tipo di lavoro. Fondamentale sono anche i meccanismi di sicurezza: i migliori biotrituratori sono quelli che, ad esempio, non funzionano con lo sportello dei rifiuti aperto, per evitare che un semplice lavoro di giardinaggio si possa accidentalmente trasformare in tragedia. Ultimo aspetto, ma non meno importante, la facilità di utilizzo: un buon biotrituratore ha pochi comandi, semplice ed intuitivi.

Biotrituratore antico, con trattore
@Klassenlehrer/pixabay.com

I 4 migliori biotrituratori

Dopo essermi dato al giardinaggio con tantissimi prodotti, posso dire di aver trovato i 4 migliori biotrituratori presenti in commercio.

Tritarami Stiga Bio Silent 2500

Questo prodotto è molto efficiente, si usa con estrema facilita ed è un perfetto compagno per i vostri lavori di giardinaggio. Il motore ha una potenza di 2500 watt, il sistema di taglio vanta un rullo con 8 denti, e possono essere sminuzzati tutti gli arbusti con un diametro massimo di 40 mm. La miglior qualità, a mio avviso, in questo biotrituratore è nella capacità del sacco di raccolta, realizzato in plastica rigida e che può contenere fino a 60 litri. Il punto dove invece c’è da migliorare è nei materiali usati, che non mi sembrano il massimo per questo tipo di prodotto.

Cippatore elettrico BT2800I 1498461 Valex

Questo prodotto della Valex mi ha piacevolmente sorpreso. È particolarmente indicato per tagliuzzare tutti i tipi di rami, sia quelli verdi che quelli secchi. Questi sono trascinati automaticamente dal potente motore, il movimento del rullo in acciaio può essere invertito per facilitare il lavoro, e in caso di necessità c’è anche un’apposita paletta per spingere i residui all’interno. L’aspetto che più mi ha convinto, però, è quello legato alla sicurezza: se il cesto della raccolta è aperto, il biotrituratore non entra in funzione. Da rivedere, invece, il meccanismo di aggancio del cesto di raccolta, che non è tanto intuitivo.

Tritarami elettrico BT2400D 1498460 Valex

La Valex è l’azienda leader in questo settore, e non è un caso che su quattro prodotti scelti per questa recensione, ben 2 arrivino da questa società. Anche questo modello si rivela efficace per tagliare i rami verdi e secchi, le lame sono realizzate in acciaio temperato, ed è inoltrate dotato di una paletta per spingere i residui e di un sistema di protezione contro il sovraccarico. Anche questo modello, in nome della sicurezza, non entra in funzione se il cesto della raccolta è aperto. In questo prodotto ho particolarmente apprezzato il “riuso” delle lame: in pratica sono taglienti su entrambe i lati, e possono quindi essere rivoltate per raddoppiare i tempi di utilizzo. L’unica cosa che non ho apprezzato è invece il design, che esteticamente non è apprezzabile.

Cippatore J-SKY 2400W MOD. KSEG02-2400

Di questo biotrituratore colpisce anzitutto la potenza, grazie al suo motore da 2400 watt, che è in grado di compiere fino a 4500 giri al minuto. Le foglie e gli altri residui sono tagliati in pezzetti molto piccoli, rendendoli perfetti per il vano raccogli rifiuti. Possono essere tranciati tutti i residui di giardino che non abbiano un diametro superiore ai 40 mm. Uno degli aspetti migliori di questo prodotto è sicuramente il prezzo, tra i più bassi del mercato, che lo rende appetibile a chi non vuole svenarsi. Da rivedere invece i materiali di cui è costituito, non certo i più importanti.

Biotrituratore, scippato di legno
@mhdhg/pixabay.com

Conclusioni

Con i miei consigli potrete quindi dedicarvi alla vostra passione per il giardinaggio con assoluta tranquillità, perché qualsiasi sia il residuo da buttare, con uno di questi 4 biotrituratori non avrete mai problemi. So bene che leggete questo paragrafo solo per conoscere il prodotto che secondo me, vince questa particolare sfida, quindi non vi lascerò attendere ancora: il Biotrituratore elettrico BT2800I 1498461 della Valex batte tutti, perché realizza il miglior compostaggio dei rifiuti nel minor tempo possibile. Se cercate un’alternativa più economica, invece, puntate tutto sul BT2400D 1498460, sempre targato Valex.

×

Chiudi

Mario R.

Interessi

Artigianatao, bricolage, diy.

Biografia

Ciao a tutti sono Mario. Ho ereditato la passione per l'artigianato da mio padre con il quale ho passato la mia infanzia a costruire fantastici oggetti nei materiali più disparati. Ricordo ancora il nostro capanno degli attrezzi pieno degli strumenti più strani! Aiutandolo nel suo lavoro ho accumulato così tanta esperienza che sento il bisogno di condividerla con gli altri per aiutarli a destreggiarsi in questo fantastico mondo. Grazie a Compado ora posso condividere tutto questo con voi!