Supporto per smartphone da auto Recensione - Febbraio 2018

Raffaele confronta gli quattro ultimi Supporto per smartphone da auto

Raffaele F.
Walmec A003392
Walmec A003392
iVoler Supporto Magnetico
iVoler Supporto Magnetico
Anker Supporto Magnetico
Anker Supporto Magnetico
Orinsong Supporto Porta Cellulare
Orinsong Supporto Porta Cellulare

Il test è stato effettuato provando tutti i prodotti su una Fiat Punto Evo, in condizioni ottimali (autostrada) ed in condizioni critiche (fondo stradale irregolare). Il giudizio espresso è la somma di vari fattori fra cui: sicurezza e stabilità, praticità di utilizzo, impatto visivo, prezzo.

Vincitore
Walmec A003392

Walmec A003392

Risultato del test

10

su 10

Peso
32 g
Dimensioni
40 x 45 x 25 mm
Compatibilità smartphone
Fino a 7'
Compatibile con tutte le auto
No
Accessori
Varie clip metalliche
Pro

Tenuta

Contro

Prezzo

Qualità-prezzo
iVoler Supporto Magnetico

iVoler Supporto Magnetico

Risultato del test

9

su 10

Peso
Dimensioni
Compatibilità smartphone
Compatibile con tutte le auto
Accessori
Pro

Sistema di fissaggio

Contro

/

Anker Supporto Magnetico

Anker Supporto Magnetico

Risultato del test

8.5

su 10

Peso
41 g
Dimensioni
4,5 x 4,5 x 6,1 cm
Compatibilità smartphone
Fino a 5'
Compatibile con tutte le auto
No
Accessori
1 placchetta metallica
Pro

Praticità

Contro

Scarsa tenuta

Orinsong Supporto Porta Cellulare

Orinsong Supporto Porta Cellulare

Risultato del test

7

su 10

Peso
141 g
Dimensioni
13,2 x 13,2 x 7,2 cm
Compatibilità smartphone
Display fino a 5'5
Compatibile con tutte le auto
No
Accessori
-
Pro

Stabilità

Contro

Ingombro

»
«

Supporto per smartphone da auto: guidare sempre sicuri!

Introduzione

Ciao a tutti! Parliamo oggi di un prodotto all’apparenza banale, ma la cui scelta non va sottovalutata. Per esperienza personale, devo dire di averne provati molti prima di trovarne uno che mi soddisfacesse davvero. Di cosa stiamo parlando? Dei supporti per smartphone da auto.

Sorpresi? Eppure non dovreste…nel rispetto del codice della strada, lo smartphone può essere un utilissimo strumento anche alla guida: può essere usato come navigatore, con risultati spesso migliori dei navigatori stand alone, oppure grazie al riconoscimento vocale e ad assistenti come Siri o Google Now, può servire per scrivere un SMS o prendere una chiamata senza staccare gli occhi dalla strada e le mani dal volante.

Il problema è che solo le automobili più recenti sono dotate di strumenti di infotainment che permettono di collegare lo smartphone all’auto. Per tutte le altre il sistema più veloce è proprio quello di affidarsi a supporti che permettono di posizionare il telefono nei pressi del volante o del parabrezza.

Quattro prodotti a confronto

Vediamo quindi quell’enorme bazar che è il web che cosa ci propone.

Orisong portacellullare

Il primo oggetto che andiamo ad analizzare è un portacellulare che si aggancia alla bocchetta dell’aria. E’ composto da tre parti: il sistema di fissaggio che consiste in una molla collegata ad un gancetto che va ad incastrarsi fra le fessure della bocchetta, un supporto triangolare che garantirà la stabilità e la tenuta ed infine il corpo del prodotto che è un alloggiamento dotato di piedini e di due pareti laterali regolabili.

Effettivamente non è un sistema semplicissimo, devo dire però che funziona bene garantendo una presa ferma e sicura del dispositivo. Le pareti del supporto sono regolabili in maniera molto semplice, basta infatti premere un pulsantino per allargare automaticamente le due alette fino alla larghezza desiderata. Una volta alloggiato il telefono, si esercita una leggera pressione sulle alette per assicurare bene la tenuta ed il gioco è fatto. A questo punto è anche possibile ruotare il telefono e posizionarlo in orizzontale.

La grande apertura delle pareti laterali lo rende compatibile praticamente con tutto, dai phablet più grandi ai telefoni con schermo 4’.

Veniamo ora ai lati negativi. Anzitutto questo prodotto non è compatibile con tutte le automobili, controllate quindi la pagina del prodotto per assicurarvi che il supporto sia compatibile con la vostra auto. In secondo luogo è abbastanza ingombrante e rovina un po’ l’estetica dell’abitacolo. Se siete puristi del design non è quello che fa per voi.

Anker Supporto Magnetico

Passiamo ora ad un’altra categoria di supporti per smartphone, i supporti magnetici. Questi prodotti seguono un approccio completamente differente rispetto al portatelefono analizzato prima, puntando tutto sull’ingombro ridotto e sulla praticità di utilizzo.

Il principio è molto semplice: il prodotto consiste in una calamità da agganciare alle solite bocchette dell’aria ed in una piastrina metallica da posizionare sul retro dello smartphone. La tenuta, garantita dall’attrazione magnetica, dovrebbe garantire stabilità a dispositivi con un peso massimo di 300 gr. Uso il condizionale perchè, nel corso delle prove, ho usato il supporto con uno smartphone da 5,5’ di schermo ed un peso di 180 gr. ed ho notato che, nel caso di fondo stradale irregolare, il telefono tendeva a vibrare un po’ troppo e, lentamente, a scivolare verso il basso fino al punto in cui l’attrazione scemava ed il telefono cadeva. Con dispositivi ancora più pesanti non credo sia utilizzabile quindi.

Se però avete un telefono dal peso un po’ più contenuto, ad occhio direi entro i 150/160 gr., la stabilità è garantita ed il supporto diventa un ottimo strumento per l’utilizzo del cellulare in auto.

Anche in questo caso, dovrete valutare bene la conformazione delle alette delle prese d’aria perchè in alcuni modelli potrebbe non agganciarsi correttamente. In linea di massima non è indicato per prese dell’aria con alette verticali, concentriche (tipo C3) o particolarmente doppie (come nel caso della Mini Cooper). Vi consiglio inoltre di non forzare troppo il supporto nella bocchetta perchè è facile che la plastica protettiva dello stesso, sottoposta a forte pressione, si laceri scoprendo l’anima metallica e graffiando le alette.

Peccato per la presenza di una sola placchetta metallica che ne limita l’utilizzo ad un solo dispositivo.

iVoler Supporto Magnetico

Ancora una volta un supporto magnetico che però si differenzia in maniera sostanziale dal suo concorrente precedentemente analizzato.

La cosa che però più mi è piaciuta di questo prodotto è il sistema di fissaggio all’automobile. Anche anche in questo caso dobbiamo fare affidamento alle alette delle bocchette d’aerazione, questa volta però abbiamo un praticissimo meccanismo a molla che ci permette di assicurare il supporto in maniera molto più rapida e con la certezza di non danneggiare in alcun modo le plastiche dell’auto. Sul retro della calamita abbiamo infatti un pulsantino che agisce sulle pinze aprendole al massimo. Basta quindi agganciare accuratamente il supporto alle alette e rilasciare il pulsante. Non c’è bisogno di esercitare pressione, spingere o forzare nulla: funziona come una molletta per abiti. Più facile di così…

Inoltre la possibilità di aprire al massimo le pinzette posteriori, permette di usare il dispositivo virtualmente su ogni tipo di automobile.

La tenuta è assolutamente stabile e non c’è necessità di prestare particolare attenzione a come si posiziona il telefono perchè la calamita, a differenza di molti prodotti simili, è larga quasi quanto la superficie di appoggio.

Personalmente ho trovato questo prodotto davvero molto comodo, rapido da installare e rimuovere e sicuro da utilizzare.

Walmec A003392

Il Terex Xway è forse il prodotto più noto, certamente il più costoso, fra quelli analizzati in questo articolo. Dalla sua ha il fatto di essere stato un po’ l’apripista dei supporti magnetici per smartphone, di fatto paga ormai un po’ lo scotto degli anni e dell’evoluzione tecnica.

Il principio di base è sempre lo stesso, qui però è tutto un po’ più macchinoso. A cominciare dal montaggio del supporto all’auto, che avviene sempre per il tramite delle bocchette dell’aria, ma agendo sulla la parte centrale che funziona come una vite: ruotandola in senso antiorario si allargano le pinzette posteriori che, una volta agganciate all’aletta, vanno strette “avvitando” la stessa parte al contrario. Anche la forma del magnete non è il massimo a mio avviso, visto che si tratta di un bottoncino a forma di cupola che dovrebbe essere incollato alla parte posteriore dello smartphone o (cosa consigliata) della cover. Il problema è che in questo modo il vostro telefono non potrà mai più essere appoggiato stabilmente su un piano per via della calamita sporgente.

C’è da dire, a difesa di questo prodotto, che la forza di attrazione esercitata dal magnete è impressionante. Una volta fissato bene il tutto, il vostro telefono sarà come incollato al supporto e non ci sarà verso di farlo cadere neanche nei percorsi più accidentati. Anzi, proprio per via dell’estrema tenuta, vi consiglio di non tirare verso di voi il telefono quando dovete toglierlo dal supporto, ma spingerlo verso il basso in modo da allentare l’attrazione e rimuoverlo con più facilità.

Proprio grazie all’enorme tenuta del magnete, il prodotto è certificato per l’utilizzo con dispositivi fino a 400 gr. di peso e 7’ di diagonale.

TaoTronics Supporto Ventosa

Per concludere, non poteva mancare un rappresentante di quello che è forse il più diffuso sistema di supporto per smartphone: il braccio con ventosa.

Ammetto di essere un po’ prevenuto nei confronti di questo tipo di dispositivi. Odio le ventose perchè, per quanto possano garantire presa e tenuta, sono comunque sempre soggette a rischi di caduta in caso di condensa o condizioni climatiche “estreme” come quelle che si possono verificare nel cruscotto di un’auto. E’ una questione di fisica e non c’è niente che si possa fare. Premesso dunque che, inevitabilmente, sottoposte a determinati fattori esterni, ogni ventosa prima o poi cederà, vediamo più da vicino questo prodotto.

La base in gomma è larga circa 8 cm, abbastanza per assicurare una buona presa sul parabrezza. Il braccio corto aiuta la ventosa nel suo ingrato compito perchè non accentua troppo l’effetto “leva” e dunque permette di usare il prodotto anche con telefoni più pesanti.

Il supporto vero e proprio è dotato di due alette allargabili da un minimo di 5 cm ad un massimo di 10 cm per il tramite di un pulsantino posto lateralmente allo stesso e risulta compatibile con dispositivi dai 4’ ai 5.5’ al massimo.

Si tratta di un prodotto tutto sommato buono, che assicura grande stabilità al telefono e che, a differenza di tutti gli altri fino a qui analizzati, è universalmente compatibile.

Il problema riguarda sempre la tenuta della ventosa che resta un po’ la grande incognita da mettere in conto e l’inevitabile alone che resterà vita natural durante sul vetro una volta rimossa la stessa.

×

Chiudi

Raffaele F.

Biografia

Ciao a tutti, mi chiamo Raffaele e cercherò di consigliarvi al meglio nella giungla degli acquisti online. Nella vita sono un consulente aziendale, ma la passione per l’elettronica e la tecnologia mi ha portato a diventare blogger e recensore. Spero di riuscire ad esservi di aiuto. Se avete dubbi o volete un consiglio, non esitate a scrivermi! Potete trovarmi qui.