Barbecue a carbonella Recensione - Febbraio 2018

Luca confronta gli cinque ultimi Barbecue a carbonella

Luca M.
Weber, 1321004
Weber, 1321004
Tepro 1038 "Wichita"
Tepro 1038 "Wichita"
Sochef G641415
Sochef G641415
TecTake BBQ SMOKER
TecTake BBQ SMOKER
Tepro 1061 "Toronto"
Tepro 1061 "Toronto"

Quando i miei amici sanno che devo testare prodotti legati alla cucina, me li ritrovo sempre a casa a ora di pranzo. A loro si è aggiunto pure il macellaio, che grazie a me e alla carne che ho comprato per il test può pagare l’università ai figli. Facezie a parte, nel testare i barbecue a carbonella ho tenuto in considerazione la cottura della carne e le facilità di uso e pulizia.

Vincitore
Weber, 1321004

Weber, 1321004

Risultato del test

10

su 10

Peso
10 Kg
Dimensioni
58 x 66 x 96 cm
Materiale griglia
Nichel
Pro

Presenza delle ruote

Contro

Grandezza dell'aerazione

Qualità-prezzo
Tepro 1038 "Wichita"

Tepro 1038 "Wichita"

Risultato del test

9

su 10

Peso
21 Kg
Dimensioni
63,5 x 115 x 116,5 cm
Materiale griglia
/
Pro

Grande resistenza vernice

Regolazione dell'aria

Due piani di cottura separati

Contro

Libretto di istruzioni solo in tedesco

Sochef G641415

Sochef G641415

Risultato del test

8.5

su 10

Peso
26 Kg
Dimensioni
67 x 114 x 107 cm
Materiale griglia
Acciaio
Pro

4 prese d'aria laterali

Contro

Difficoltà in fase di montaggio

TecTake BBQ SMOKER

TecTake BBQ SMOKER

Risultato del test

8

su 10

Peso
24 Kg
Dimensioni
65 x 104 x 100 cm
Materiale griglia
Metallo
Pro

Regolazione dell'aria

Contro

Termostato non funzionante

Tepro 1061 "Toronto"

Tepro 1061 "Toronto"

Risultato del test

7.5

su 10

Peso
26 Kg
Dimensioni
78,4 x 54,6 x 36 cm
Materiale griglia
/
Pro

Regolazione altezza della griglia

Griglia molto ampia

Contro

Termostato non funziona

»
«

Delizia amici e parenti con una cena a base di carne, scegli un barbecue a carbonella!

Arrostire la carne è una missione

Nell’ immaginario comune, in una coppia è sempre la donna quella che sceglie gli elementi distintivi di una casa: il colore delle pareti, l’arredamento, le tende, ecc. L’uomo ha il potere solo su due oggetti: il divano e il barbecue. La sua mascolinità si appaga soprattutto con quest’ultimo, quando si impegna nel cuocere sui ferri ardenti tutti i tipi di carne che gli aggradano. Quindi, per tutti coloro che voglio acquistare un barbecue a carbonella e non sanno da dove cominciare, seguite le mie dritte e farete la scelta giusta.

Come scegliere il barbecue a carbonella

La domanda principale è: perché dovrei scegliere un barbecue a carbonella anziché uno a legna o elettrico? Per tutta una serie di motivi. Il primo fra questi è legato al budget: sia la griglia che il combustibile (le carbonelle, appunto) hanno un costo inferiore rispetto alle altre tipologie. Altra considerazione è legata al gusto della carne: se siete degli esperti, saprete benissimo che la vera carne arrostita è quella cotta sulle carbonelle, perché il sapore che questo tipo di cottura dona agli alimenti è ineguagliabile. Da non sottovalutare anche l’aspetto antropologico: il degno antenato dei primi uomini che scoprirono il fuoco suono quelli che cuociono oggi con le carbonelle, perché per accenderle ci vuole una certa manualità che solo chi ha un importante carico di testosteroni può padroneggiare. Per quello che invece riguarda gli aspetti da considerare al momento dell’acquisto di un barbecue a carbonelle, sono fondamentalmente tre: dimensioni, cottura e praticità. Le dimensioni contano per capire abitualmente quanta carne dovrà essere colta di volta in volta: se amate fare spesso grigliate con amici, ad esempio, optate per griglie da almeno 50 cm di larghezza. Nella cottura conta il materiale della griglia, e in questo caso vi consiglio sempre di optare per l’acciaio inox. Sulla praticità, invece, badate alla presenza di un paio di ruote: può sembrarvi una banalità, ma facilitare il trasporto del barbecue può essere molto utile.

I migliori barbecue a carbonella

Grazie a queste settimane di test, dove ho mangiato più carne io che un Tirannosauro, possono finalmente consigliarvi i 5 migliori barbecue a carbonella.

Weber 1321004

Si tratta di un tipico barbecue di forma circolare, con rivestimento in porcellana. La griglia presenta tre strati di nichel, ed è presente anche l’areazione con cestello per la raccolta della cenere. Mi ha piacevolmente colpito la presenza delle ruote, che mi permetteva di spostare il barbecue a mio piacimento. Da rivedere semmai la grandezza dell’aerazione: se usate le carbonelle piccole, infatti, queste cadono verso il basso.

Sochef G641415

Questo barbecue è l’emblema della robustezza. La struttura e la griglia sono in acciaio inossidabile, i 58 cm di estensione permettono di cuocere più fette di carne contemporaneamente, e il livello di cottura viene monitorato grazie al termostato sul coperchio. Mi hanno piacevolmente colpito le ben 4 prese d’aria laterali, mentre in fase di montaggio ho trovato diverse difficoltà.

Tepro 1061 Toronto

Si tratta di un altro barbecue altrettanto robusto, che con i suoi 28 kg circa si dimostra molto stabile all’aperto anche nelle giornate di vento. Rispetto ad altri modelli della sua categoria ho trovato molto comoda la regolazione della griglia in altezza, che è anche molto ampia per cuocere la carne. Sarebbe bello anche il termostato, se non fosse che non azzecca mai la temperatura: l’ho confrontato con alcuni termometri esterni, ed è in grado di sbagliare perfino di 40 gradi.

TecTake BBQ

Barbecue dalle dimensioni contenute, ma comunque molto soddisfacente. Telaio robusto, ruote dal diametro di 15 cm per facilitare gli spostamenti e griglia in acciaio per cotture eccellenti. Ho trovato molto utile la regolazione dell’aria, mentre devo constatare anche in questo modello un termostato assolutamente non funzionante.

Tepro 1038 Wichita

La prima cosa che mi ha stupito di questo barbecue è la grande resistenza della vernice: stando anche a quanto riporta la scheda tecnica, è in grado di sopportare fino a 350 gradi. Interessanti anche le ruote per gli spostamenti e le prese d’aria. La cosa più utile di tutte, però, sono i due piani cottura separati, dove poter cuocere diversi tipi di carne. Da rivedere, invece, il libretto di istruzioni: imparare il tedesco per fare una bistecca mi sembra un po’ troppo.

Accessori

Per una cottura perfetta della carne non può mancare un termometro per il barbecue! Ecco i migliori:

Conclusioni

Se amate la carne e adorate arrostirla in giardino sorseggiando della birra, qualsiasi barbecue scegliate tra quelli che vi ho descritto sarete felici. Se però volete il migliore tra tutti, allora dovrete optare per il Weber 1321004: al di là della grande praticità di questo barbecue, il sapore che dona alla carne è francamente ineguagliabile. Se volete tuttavia un prodotto con un prezzo più accessibile, senza pagare troppo dazio alla qualità, allora è il Tepro 1038 Wichita il barbecue che fa per voi.

×

Chiudi