Coltello elettrico Recensione - Gennaio 2018

Francesco confronta gli quattro ultimi Coltello elettrico

Francesco B.
Princess 492952
Princess 492952
Moulinex DJAA42
Moulinex DJAA42
Kenwood Electronics KN650
Kenwood Electronics KN650
Severin EM 3965
Severin EM 3965

Per confrontare e valutare questo tipo di elettrodomestici trovo determinante l'affidabilità generale, perché quando si ha a che fare con qualsiasi forma di elettricità è necessaria la massima sicurezza. Questo coinvolge non solo la qualità e la robustezza dei materiali, ma anche il modo in cui i componenti sono assemblati fra loro, soprattutto nelle zone più soggette alle vibrazioni (nel caso di un coltello elettrico, il motore che fa vibrare la lama). Poi ho considerato l'effettiva capacità di tagliare gli alimenti, i consumi energetici e infine l'ergonomia delle parti a contatto con la mano.

Vincitore
Princess 492952

Princess 492952

Risultato del test

10

su 10

Peso
898 g
Dimensioni
27 x 18 x 8 cm
Wattaggio
180 watt
Pro

Materiali

Potenza del motore

Manico ergonomico

Contro

Qualche vibrazione indesiderata nella zona posteriore

Qualità-prezzo
Moulinex DJAA42

Moulinex DJAA42

Risultato del test

9

su 10

Peso
699 g
Dimensioni
30,4 x 10,4 x 7 cm
Wattaggio
100 watt
Pro

Lame universali autoaffilanti

Performance

Rapporto qualità-prezzo

Contro

Tasto di espulsione delle lame tende ad incepparsi

Kenwood Electronics KN650

Kenwood Electronics KN650

Risultato del test

8

su 10

Peso
780 g
Dimensioni
27,2 x 11 x 8,8 cm
Wattaggio
100 watt
Pro

Struttura solida e resistente

Presenza di un set di lame ottimizzate per il taglio di prodotti surgelati

Contro

Prezzo eccessivo

Severin EM 3965

Severin EM 3965

Risultato del test

7.5

su 10

Peso
875 g
Dimensioni
6,6 x 46,5 x 10,7 cm
Wattaggio
100 watt
Pro

Cavo più lungo del normale

Funzionale

Contro

Materiali troppo sottili

Un po' ingombrante

»
«

Scegli un coltello elettrico: semplice, funzionale e addatto ad ogni situazione!

Cos’è un coltello elettrico?

Gli elettrodomestici non sono stati esclusi dall’evoluzione tecnologica, dapprima con strumenti più voluminosi e il cui funzionamento richiedeva più energie (basti pensare ai fornelli elettrici o al frigorifero), poi con accessori di uso comune. Fra questi ultimi troviamo il coltello elettrico, ovvero un coltello dotato di motore a batteria o a corrente, che sfrutta una piccola quantità di elettricità per tagliare gli alimenti con una lama scorrevole (talvolta doppia, composta da due parti speculari sfalsate).

Le caratteristiche in comune a tutti i coltelli elettrici, o quasi, sono le lame estraibili (per la pulizia, anche se naturalmente bisogna prestare attenzione all’uso dell’acqua su apparecchi elettrici), l‘interruttore a pressione per l’attivazione e l’eventuale batteria ricaricabile.

coltello elettrico melone tagliato
@stux/pixabay.com

Le particolarità che possono variare da un modello all’altro, invece, consistono nel manico, che può essere più o meno ergonomico e con diversi comandi aggiuntivi incorporati, e nella forma della seghettatura della lama, che a dipendenza dello spessore e della frequenza dei denti può adattarsi a determinati cibi piuttosto che ad altri. Per scrivere questa guida ho provato cinque modelli ben differenziati, per poi definire dei pro e dei contro per ognuno, scegliendo così il migliore in termini assoluti e quello con il miglior rapporto fra qualità e prezzo.

Cosa considerare nel momento dell’acquisto?

Oltre alle considerazioni già spiegate durante il paragrafo precedente, nella scelta di un elettrodomestico di questo tipo bisogna tener conto delle proprie esigenze dirette. Per esempio il tipo di alimenti per cui lo si intende utilizzare: le indicazioni in questi termini sono spesso contenute nella sintesi delle caratteristiche. Anche l’assorbimento di elettricità, misurato in Watt, riveste un ruolo fondamentale, ed è strettamente legato al primo fattore, perché la capacità di taglio può variare insieme alla potenza.

coltello elettrico lama
@Gadini/pixabay.com

Un parametro spesso trascurato, inoltre, è la lunghezza del cavo. Se da una parte i modelli a batterie sono presenti e probabilmente stanno prendendo piede nel mercato, dall’altra la prevalenza è nettamente quella degli elettrodomestici dotati di cavo, da collegare alle prese di corrente ordinarie. Purtroppo spesso i produttori non si preoccupano di integrare nei propri coltelli elettrici un cavo abbastanza lungo per garantire la massima libertà di posizionamento, per questo è bene definire dove si intende utilizzare il coltello e verificare la posizione di prese nei dintorni. Infine si può considerare la presenza di accessori, che per quanto diffusa non deve mai essere data per scontata.

Il test: 5 modelli a confronto

Moulinex DJAA42

Questo coltello elettrico da 100 Watt di potenza abbina una buona solidità a una dotazione di base, con tutto ciò che questo genere di elettrodomestico dovrebbe avere.

Le lame universali sono autoaffilanti, un ottimo pro. Di contro il tasto di espulsione delle lame tende ad incepparsi, ma è un problema che si verifica solo occasionalmente.

Severin EM 3965

Un coltello piuttosto ingombrante, ma funzionale e caratterizzato da un buon assemblaggio. In questo caso ho apprezzato la presenza di un cavo più lungo del normale, il miglior pro di questa variante, mentre la potenza di 100 Watt è nella media. L’unico contro è quello delle plastiche, forse un po‘ troppo sottili.

Princess 492952

Questo coltello elettrico rappresenta quanto di meglio si possa desiderare per le fasce di prezzo medie. I materiali sono eccellenti, e il motore è maggiorato, con 180 Watt di potenza e lame multifunzione in acciaio inossidabile. Anche alcuni componenti sono metallici, con inserti in gomma antiscivolo e guarnizioni studiate per impedire la dispersione di elettricità statica.

Il manico ergonomico è molto comodo, adatto per tagliare a lungo, e questo si aggiunge ai tanti pro di questo modello. Un possibile contro è qualche vibrazione indesiderata nella zona posteriore, che potrebbe tuttavia riguardare solo l’esemplare che ho utilizzato nella prova.

Kenwood KN650

Le mie impressioni su questo modello sono state relativamente positive, ma ho trovato il prezzo eccessivo se paragonato alle caratteristiche tecniche offerte. La potenza è di 100 Watt, con una struttura solida e resistente.

Il pro è la presenza di un set di lame ottimizzate per il taglio di prodotti surgelati. Di contro, come già accennato, il prezzo potrebbe essere eccessivo.


Conclusioni

coltello elettrico carote tagliate
@Devanath/pixabay.com

Il modello che ho apprezzato maggiormente in termini assoluti è il Princess 492952, affidabile e robusto, più di quanto ci si aspetti dalla fascia di prezzo in cui è inserito.

Il miglior rapporto qualità/prezzo è invece quello del Moulinex DJAA42, che a dispetto di qualche piccola imperfezione nell’assemblaggio funziona egregiamente e si è mostrato adeguatamente versatile e costante nell’erogazione del taglio.

×

Chiudi