Essiccatore Recensione - Ottobre 2017

Eleonora confronta gli cinque ultimi Essiccatore

Eleonora D.
Biosec Domus B5
Biosec Domus B5
Princess 112380
Princess 112380
Clatronic DR 2751
Clatronic DR 2751
BEPER 90.506
BEPER 90.506
Melchioni Family 118320000 Babele
Melchioni Family 118320000 Babele

Per realizzare questo test ho messo alla prova 5 diversi essiccatori, selezionati in modo da offrire un'ampia panoramica sulle diverse soluzioni di design e funzionalità attualmente disponibili.

Vincitore
Biosec Domus B5

Biosec Domus B5

Risultato del test

10

su 10

Potenza
550 W
Dimensioni
45 x 27 x 27 cm
Numero vassoi
5
Pro

Molto potente

Capienza ottima

Diversi programmi per ogni tipo di cibo

Contro

Mancanza di batteria ausiliaria

Qualità-prezzo
Princess 112380

Princess 112380

Risultato del test

8.5

su 10

Potenza
245 W
Dimensioni
31 x 31 x 20 cm
Numero vassoi
6
Pro

Capiente

Design elegante

Contro

Lento a pieno carico

Clatronic DR 2751

Clatronic DR 2751

Risultato del test

8

su 10

Potenza
250 W
Dimensioni
31,5 x 28,5 x 16 cm
Numero vassoi
5
Pro

Leggero

Molto funzionale

Cestelli ben realizzati

Contro

Spazio molto ridotto

BEPER 90.506

BEPER 90.506

Risultato del test

7.5

su 10

Potenza
245 W
Dimensioni
33 x 33 x 27 cm
Numero vassoi
5
Pro

Efficiente

Rapido

Contro

Potenza ridotta

Melchioni Family 118320000 Babele

Melchioni Family 118320000 Babele

Risultato del test

7

su 10

Potenza
245 W
Dimensioni
34 x 33,3 x 27,7 cm
Numero vassoi
5
Pro

Economico

Facile da utilizzare

Pareti trasparenti

Contro

Fragile

Poco potente

»
«

Scegli l'essiccatore più adatto a te!

Che cos’è un essiccatore?

L’essiccazione è uno dei metodi di conservazione del cibo più antichi ed efficaci, un tempo realizzata con l’ausilio del sole ed oggi disponibile nelle nostre case grazie agli essiccatori.
Questi elettrodomestici eliminano l’acqua dai cibi grazie al calore prodotto, in modo da conservarli efficacemente senza l’utilizzo di conservanti.
Grazie alla disidratazione è quindi possibile conservare tutti i cibi freschi come la carne, il pesce, i funghi o le verdure. Inoltre si possono anche realizzare dei gustosi snack di frutta secca 100% naturali, perfetti per degli spuntini veloci e salutari.


I criteri fondamentali per l’acquisto

Tutti gli essiccatori in commercio sono dotati di un termostato regolabile che varia la temperatura interna fra i 30 ed i 70°, con poche differenze sostanziali. Ciò che li differenzia, invece, è l’efficienza di essiccazione, la capienza, la qualità costruttiva e la potenza assorbita, nonché la disponibilità di programmi specifici per le varie categorie di alimenti.

5 essiccatori a confronto

Di seguito, le mie considerazioni sui 5 modelli di essiccatore utilizzati nel test.

Melchioni Family 118320000 Babele

Prodotto economico ma ben progettato. Il design a „torre“ con termostato a manopola lo rende facile da utilizzare, inoltre le pareti dei cestelli trasparenti permettono di osservare agevolmente l’andamento dell’essiccazione.
Durante l’utilizzo ho notato una certa fragilità delle plastiche, mentre la potenza di soli 250W può abbassare di qualche grado la temperatura massima raggiungibile negli ambienti più freddi.

Beeper 90.506

Molto simile al modello precedente, questo prodotto della Beeper mi ha sorpreso per la sua ottima efficienza in relazione alle caratteristiche.
Riesce infatti ad essiccare in meno di 10 ore anche i cibi tagliati grossolanamente, a patto di non riempire eccessivamente i 5 ripiani.
Di contro, i 245W di potenza limitano anche in questo caso le prestazioni a pieno carico.

Clatronic DR 2751

Il Clatronic DR 2751 mi è subito piaciuto per la sua leggerezza (solo 1,7 Kg) e la ricchezza di funzionalità, come l’ottimo sistema di ventilazione e la protezione dal surriscaldamento. Nell’utilizzo ho apprezzato i cestelli in plastica forata, che garantiscono un buon potere antiaderente.
Quest’ultimi, però, a causa di uno spazio in altezza inferiore ai 2 cm riducono eccessivamente lo spazio interno.

Biosec Domus B5

Con i suoi 480W è il più potente fra gli essiccatori provati, nonché il più capiente.
Il design a cassettiera con 5 ripiani e chiusura magnetica assicura un’efficienza superiore alla media, mentre i numerosi programmi disponibili permettono di trattare qualsiasi alimento.
Ritengo sia il modello più adatto alle famiglie numerose, dato che in poche ore riesce a produrre fino a 3 Kg di cibo essiccato.
L’unica sua vera pecca, visto il costo, è la mancanza di una batteria tampone che salvi i programmi in caso d’interruzione di corrente.

Princess 112380

Fra gli essiccatori che ho provato, è l’unico che offre un design elegante e ben 6 ripiani removibili. Grazie ad essi non ho avuto alcun problema di spazio; tuttavia, a pieno carico, ho notato una certa lentezza nell’essiccare i cibi più ricchi d’acqua come frutta e verdura.

I vincitori del test

Il Biosec Domus B5 vince il test per distacco grazie alla sua straordinaria capienza, versatilità ed efficienza d’essiccazione. Inoltre, la grande varietà di programmi disponibili lo rende idoneo ad ogni utilizzo.

Il Princess 112380 è invece la scelta ideale per chi cerca il miglior compromesso fra prezzo e prestazioni. Spazioso, pratico e potente, con i suoi 6 ripiani è sicuramente il modello più completo della sua categoria.

×

Chiudi