Aspiragocce Recensione - Gennaio 2018

Mario confronta gli cinque ultimi Aspiragocce

Mario R.
Kaercher WV 2 Plus
Kaercher WV 2 Plus
Polti PBEU0086
Polti PBEU0086
Vileda Windo Matic
Vileda Windo Matic
Leifheit 51114
Leifheit 51114
Black&Decker WW100K-QW
Black&Decker WW100K-QW

Il primo criterio su cui mi sono basato per valutare gli aspiragocce ha riguardato l'efficienza. Un buon lavavetri con aspiragocce deve svolgere il compito per cui è stato progettato in modo rapido e preciso, senza imperfezioni degne di nota, in modo che pulire i vetri non comporti una perdita di tempo. Successivamente ho testato gli aspiragocce in condizioni di stress, come temperature più alte e più basse del normale. "Affaticare" i lavavetri mi ha aiutato a capire meglio i loro limiti, e soprattutto a farmi un'idea approfondita sulla qualità dei materiali.

Vincitore
Kaercher WV 2 Plus

Kaercher WV 2 Plus

Risultato del test

10

su 10

Dimensioni
28 x 12 x 32 cm
Peso
599 gr
Caratteristiche
Capacità serbatoio acqua sporca ml 100, autonomia per carica min. 25. tempo di ricarica batteria min. 140
Pro

Panno in dotazione

Contro

Dimensioni compatte

Qualità-prezzo
Polti PBEU0086

Polti PBEU0086

Risultato del test

9

su 10

Dimensioni
28 x 21,5 x 31,5 cm
Peso
699 gr
Caratteristiche
Autonomia di lavoro fino a 30 minuti, serbatoio estraibile da 150 ml
Pro

Robusto

Serbatoio capiente

Contro

Assenza di optional

Vileda Windo Matic

Vileda Windo Matic

Risultato del test

8.8

su 10

Dimensioni
30 x 30 x 30 cm
Peso
898 gr
Caratteristiche
Collo flessibile, batteria agli ioni di litio dalla lunga durata per pulire fino a 120 finestre con una ricarica
Pro

Qualità dei materiali

Contro

Spinotto per la ricarica della batteria troppo instabile

Leifheit 51114

Leifheit 51114

Risultato del test

8

su 10

Dimensioni
28,5 x 10,5 x 47,5 cm
Peso
1,5 kg
Caratteristiche
Tempo di utilizzo più lungo grazie alla funzione stand-by automatica, allungabile
Pro

Manico allungabile

Contro

Manico allungabile (può risultare troppo ingombrante in certe situazioni)

Black&Decker WW100K-QW

Black&Decker WW100K-QW

Risultato del test

7

su 10

Dimensioni
35 x 20 x 17 cm
Peso
798 gr
Caratteristiche
Potenza 3.6 V con tecnologia al litio, ricarica in meno di 4 ore, pacco batterie completamente rimovibile, capacità 100 ml trasparente
Pro

Funzione 3 in 1: deterge, lava e asciuga

Ricarica la batteria in meno di 4 ore

Contro

La batteria dura meno di 4 ore

»
«

Gli accessori per la pulizia sono importanti: scegli il tuo aspiragocce!

Cos’è un aspiragocce?

I più moderni lavavetri portatili contengono spesso un dispositivo aspiragocce. La sua utilità è principalmente di supporto: dopo aver utilizzato un lavavetri, infatti, è normale lasciare nella superficie delle gocce fastidiose sia dal punto di vista estetico, sia da quello pratico. Le potenzialità di un aspiragocce permettono di evitare questo inconveniente senza dover passare dei panni sul vetro, rischiando di sporcarlo nuovamente mandando all’aria parte del lavoro svolto. Ecco perché ogni aspiragocce può essere inteso come un semplice lavavetri elettrico, ma con delle funzioni aggiuntive.

L’attuale mercato degli aspiragocce, vista la buona richiesta da parte della clientela, è composto da modelli ben differenziati, che coprono un notevole range di prezzi. Pulire i vetri non è infatti l’unico scopo di questi accessori, in cui ormai è comune trovare implementi all’avanguardia. Per questa guida all’acquisto ho selezionato cinque lavavetri con aspiragocce fra i modelli più comuni, e per ciascuno ho valutato i pro e i contro. Ho scelto in questo modo il miglior aspiragocce in assoluto e quello con il miglior rapporto qualità/prezzo, naturalmente senza lasciarmi condizionare eccessivamente da osservazioni troppo soggettive (per esempio l’estetica, che nei lavavetri può essere più varia di quanto si immagini).

aspiragocce giallo
@MP2/fotolia.com

Cosa considerare nel momento dell’acquisto?

Quando si compra un lavavetri con aspiragocce, a meno che non si scelga un pulisci vetri manuale, si dovrebbe tener conto in primo luogo delle proprie esigenze. Per esempio io preferisco i lavavetri di dimensioni ridotte, anche in larghezza, perché a dispetto di una minor capacità di pulizia mi permettono di essere più preciso quando devo pulire i vetri in spazi stretti. Se gli spazi in cui si lavora sono ampi, al contrario, un pulisci vetri con aspiragocce più esteso risulterà senza dubbio più comodo, con notevoli risparmi sul tempo di lavoro. Un altro parametro è l’impugnatura: ogni lavavetri ha la propria forma e il proprio manico, che può avere quindi spessori e lunghezze molto diverse fra loro.

Pulire i vetri deve essere un’attività comoda oltre che rapida, motivo per cui nella scelta di un lavavetri con aspiragocce è bene selezionare con attenzione anche il tipo di impugnatura che fa al caso proprio. I fattori restanti nella scelta di un lavavetri comprendono il tipo di alimentazione (che può essere a batterie usa e getta o tramite unità ricaricabili), la capienza del serbatoio e la possibilità di estrarre quest’ultimo per eliminare facilmente l’acqua sporca.


aspiragocce bianco blu
@MP2/fotolia.com

Il test: 5 modelli a confronto

Vileda Windo Matic

Vileda è un brand ben conosciuto nel settore della pulizia domestica e professionale, e produce una buona gamma di lavavetri con aspiragocce. Il pro di questo modello è la qualità dei materiali. Di contro ho trovato lo spinotto per la ricarica della batteria troppo instabile, difetto che comunque potrebbe essere isolato al mio esemplare.

Kaercher WV2 Plus

Un altro modello a batteria ricaricabile, venduto in abbinamento con un panno per pulire i vetri prima e dopo l’uso. La dotazione è un pro, ma le dimensioni forse troppo compatte potrebbero essere un contro.

Polti Forzaspira AG100

Questa volta il brand è italiano, e la robustezza di questo lavavetri con aspiragocce ne fa uno dei modelli migliori della recensione. Come pro ho gradito il serbatoio molto capiente. Un vero e proprio contro non c’è, se non l’assenza di optional, riscontrata tuttavia anche in modelli ben più dispendiosi.

Black&Decker WW100K-QW

La comodità di questo lavavetri è notevole: la funzione 3 in 1 permette di detergere, lavare e asciugare, per pulire i vetri in modo completo con poche passate. La velocità di ricarica è un pro, meno di 4 ore per una carica completa. Paradossalmente il contro di questo pulisci vetri è la durata della batteria, ancora inferiore.

Leifheit 51114

L’unico lavavetri con aspiragocce, fra i modelli trattati in questo test, dotato di manico allungato per raggiungere i punti difficili. Curiosamente questa caratteristica può essere un pro, grazie alla versatilità e alla comodità di non dover pulire i vetri in bilico su delle scale, ma allo stesso tempo un contro, perché un pulisci vetri troppo grande potrebbe essere scomodo in alcune situazioni, e rimuovere il manico potrebbe risultare fuori luogo in certi contesti.

aspiragocce donna
@DanRace/fotolia.com

Conclusioni

I lavavetri con aspiragocce confrontati in questo test sono tutti di buona qualità, ma incrociando i fattori di valutazione ho trovato nel pulisci vetri Kaercher WV2 Plus il migliore. Un aspiragocce ben assemblato, i cui componenti sono di fattura superiore rispetto ai comuni standard dei lavavetri. Per quanto riguarda il miglior rapporto qualità/prezzo, invece, ho scelto il lavavetri con aspiragocce Polti Forzaspira AG100, un pulisci vetri molto robusto e ben proporzionato, che costa la metà dei modelli più popolari. Voglio comunque ribadire che i cinque lavavetri descritti sono tutti meritevoli di essere scelti, e definire un vincitore assoluto non è stato affatto semplice. Se si dovesse trovare più conveniente (a causa della disponibilità online) un lavavetri con aspiragocce che ho inserito nel test ma non fra i miei due preferiti, si tratterà comunque di un buon acquisto.

×

Chiudi

Mario R.

Interessi

Artigianatao, bricolage, diy.

Biografia

Ciao a tutti sono Mario. Ho ereditato la passione per l'artigianato da mio padre con il quale ho passato la mia infanzia a costruire fantastici oggetti nei materiali più disparati. Ricordo ancora il nostro capanno degli attrezzi pieno degli strumenti più strani! Aiutandolo nel suo lavoro ho accumulato così tanta esperienza che sento il bisogno di condividerla con gli altri per aiutarli a destreggiarsi in questo fantastico mondo. Grazie a Compado ora posso condividere tutto questo con voi!