Condizionatori portatili Recensione - Gennaio 2018

Francesco confronta gli cinque ultimi Condizionatori portatili

Francesco B.
Climatizzatore Portatile  De'Longhi PAC AN97
Climatizzatore Portatile De'Longhi PAC AN97
Argoclima Relax Climatizzatore Portatile
Argoclima Relax Climatizzatore Portatile
Trotec PAC 2000 E
Trotec PAC 2000 E
Alpatec R 650  Condizionatore D'Aria
Alpatec R 650 Condizionatore D'Aria
Daitsu 3NDA0100
Daitsu 3NDA0100

Nel test da me effettuato su cinque condizionatori portatili ho focalizzato la mia attenzione su alcuni dettagli fondamentali come facilità di spostamento, rumorosità durante il funzionamento e capacità effettiva di raffreddamento rispetto alla grandezza dell’ambiente. In aggiunta ho valutato lo spazio occupato dal condizionatore portatile nella stanza e le varie funzioni accessorie come deumidificazione, pompa di calore e timer.

Vincitore
Climatizzatore Portatile  De'Longhi PAC AN97

Climatizzatore Portatile De'Longhi PAC AN97

Risultato del test

10

su 10

bdhh
Dimensioni
47,5 x 45 x 87 cm
Peso
30 kg
Pro

ideale per ambienti grandi

Contro

Manca la funzione sleep per ridurre il rumore notturno del condizionatore

Qualità-prezzo
Argoclima Relax Climatizzatore Portatile

Argoclima Relax Climatizzatore Portatile

Risultato del test

9

su 10

bdhh
Dimensioni
34 x 39,4 x 78 cm
Peso
27 kg
Pro

Rapporto qualità/prezzo

Contro

La vaschetta dell’acqua non può essere estratta

Trotec PAC 2000 E

Trotec PAC 2000 E

Risultato del test

8

su 10

bdhh
Dimensioni
30 x 37,5 x 80,7 cm
Peso
24 kg
Pro

Diverse funzioni disponibili

Contro

Abbastanza rumoroso

Alpatec R 650  Condizionatore D'Aria

Alpatec R 650 Condizionatore D'Aria

Risultato del test

7.2

su 10

bdhh
Dimensioni
28 x 29,5 x 61 cm
Peso
4 kg
Pro

Leggero e compatto

Contro

Poco potente

Daitsu 3NDA0100

Daitsu 3NDA0100

Risultato del test

7

su 10

bdhh
Dimensioni
/
Peso
30 kg
Pro

Semplice da installare

Contro

Condizionatore abbastanza pesante e meno ‘portatile’

»
«

Proteggiti dal caldo, scegli un condizionatore portatile!

Condizionatori portatili: combattere il caldo in modo semplice

I condizionatori portatili sono dei piccoli elettrodomestici che servono a raffreddare gli ambienti di casa senza il fastidio di dover compiere lavori di muratura per l’installazione. Non sono infatti integrati nel muro o negli infissi ma possono essere spostati facilmente grazie a ruote che ne consentono un’ottima mobilità.

Ogni climatizzatore di questo genere è solitamente acquistato per risparmiare sulla manodopera che invece richiedono i condizionatori fissi installati direttamente alla parete. Il condizionatore portatile agisce con un sistema a compressore che aspira aria calda, la raffredda e la espelle tramite uno scarico esterno. In vendita si possono trovare diverse tipologie di condizionatori portatili: monoblocco, split, solo freddo e a pompa di calore.

condizionatore portatile divano
@icarmen13/fotolia.com

I condizionatori monoblocco sono costituiti da una sola unità e sono forniti di un tubo di scarico che deve passare attraverso una finestra o un balcone. Quelli split invece si compongono di due unità, una split interna da tenere in casa e l’altra contenente il compressore che deve essere messa all’esterno. In questo caso il vantaggio è soprattutto legato alla rumorosità in quanto il climatizzatore portatile split risulta meno fastidioso avendo il motore nell’unità esterna. Altra distinzione va fatta tra i condizionatori portatili solo freddo, che come si evince dal nome raffreddano soltanto, ed i condizionatori a pompa di calore che in inverno ci permettono di riscaldare la nostra casa.

Distinzione importante da fare è inoltre quella legata alla tecnologia di accensione/spegnimento, ovvero i condizionatori on/off e inverter. Nel primo caso il climatizzatore portatile si accende e si spegne da solo quando l’apparecchio ha raggiunto la temperatura desiderata mentre nel secondo caso l’ambiente viene raffreddato in modo più veloce per poi diminuire lentamente la potenza mantenendo stabile la temperatura. Appare dunque chiaro come non sempre sia facile districarsi in un mercato che ci propone condizionatori sempre più tecnologici e ricchi di funzioni. Per questo motivo ho quindi deciso di provare per voi cinque tra i migliori esemplari di condizionatore portatile attualmente in commercio.

Cosa valutare al momento di acquistare un condizionatore portatile?

Quando si decide di comprare un condizionatore portatile è sempre consigliabile considerare attentamente alcune caratteristiche di base per essere certi di portare a casa un articolo che corrisponde alle nostre reali necessità. Per prima cosa è bene controllare la sua potenza in kilowatt poiché questo valore determinerà la capacità del condizionatore di rinfrescare l’aria dell’ambiente. A questo proposito si dovrà conoscere la grandezza della stanza in m2 per capire se il climatizzatore portatile è sufficientemente potente a coprire quel determinato metraggio. Successivamente ci si deve concentrare sulla tipologia dei climatizzatori, se ne desideriamo uno monoblocco o split e soprattutto con o senza tubo. In ogni caso sarà utile valutare anche la rumorosità del condizionatore portatile che dovrà essere abbastanza silenzioso se vogliamo usarlo anche di notte. Tra le funzioni da non sottovalutare ci sono poi la possibilità di raffreddare soltanto oppure di impostare la pompa di calore per poter utilizzare questo genere di condizionatore anche in inverno. Per finire, al momento dell’acquisto cercate di verificare la classe energetica di consumo dell’elettrodomestico portatile in modo da evitare sprechi e risparmiare sulla bolletta.


condizionatore portatile nero
@y_seki/fotolia.com

5 condizionatori portatili a confronto

Argoclima Relax

Questo condizionatore portatile da 10.000 BTU e 2,7 kilowatt di potenza riesce a raffreddare ambienti della grandezza di circa 30-40 m2. Si tratta di un climatizzatore di classe energetica A con 3 funzioni: raffreddamento, ventilatore e deumidificazione. In particolare la ventilazione può essere impostata su tre velocità diverse tramite il display al LED sul pannello dei comandi. È bene sapere che per funzionare l’apparecchio necessita del tubo da collocare attraverso una finestra o un balcone. Il condizionatore pesa circa 27 kg e grazie alle ruote direzionali può essere spostato abbastanza facilmente.

Pro: Rapporto qualità/prezzo
Contro: La vaschetta dell’acqua non può essere estratta

Alpatec R 650

Il condizionatore portatile si distingue per un design elegante che lo rende adatto a qualsiasi tipo di arredamento. Piccolo e compatto, questo articolo è indicato per rinfrescare stanze medio-piccole in quanto da una potenza di 65 watt. È comunque in grado di ventilare, deumidificare e purificare l’aria attraverso appositi filtri antipolvere facili da rimuovere e pulire. All’interno è presente un serbatoio da 6 L per la raccolta dell’acqua che può essere rimosso senza difficoltà.

Pro: Leggero e compatto
Contro: Poco potente

Trotec PAC 2000 E

Questo condizionatore portatile da 7.200 BTU ha una potenza di 2,1 kw e riesce a raffreddare molto bene ambienti fino a 65 m2. La classe energetica è A e per questo il consumo sarà abbastanza limitato in bolletta. Progettato come apparecchio monoblocco, ha comunque bisogno del tubo da far passare attraverso finestre o balconi. Nella parte superiore troviamo un pannello di controllo per impostare le funzioni che preferiamo come la deumidificazione e la funzione Timer che ci consente di scegliere l’orario di accensione e spegnimento.

Pro: Ricco di funzioni diverse
Contro: Abbastanza rumoroso

Pinguino de longhi PAC AN97

Il climatizzatore è un modello portatile da 10.700 BTU e classe energetica A. È stato progettato per rispettare l’ambiente e per questo utilizza l’innovativo gas refrigerante R410A che non inquina. Per rendere più semplice l’uso del condizionatore è stato inserito un display LED touch-screen luminoso e molto intuitivo nei pulsanti. Il condizionatore effettua molto bene il ricircolo della condensa e la funzione di ventilazione può essere impostata su tre valori differenti. Come per altri condizionatori, anche qui troveremo il timer che ci consente di scegliere l’ora di accensione e spegnimento mentre il termostato manterrà costante il livello della temperatura.

Pro: Ideale per ambienti grandi
Contro: Manca la funzione sleep per ridurre il rumore notturno del condizionatore

Daitsu 3NDA0100

Il prodotto Daitsu è un condizionatore portatile monoblocco da 12.000 BTU dotato di pompa di calore e funzione inverter. Con la sua potenza riesce quindi a raffreddare o riscaldare bene ambienti medio-grandi senza alcuna difficoltà. Il pannello di controllo del climatizzatore è davvero facile da usare anche per i meno esperti e con pochi clic si possono scegliere diverse funzioni come quella Sleep per aumentare o diminuire di un 1°C la temperatura ogni mezz’ora nel corso della notte. Attraverso i comandi si può inserire il timer, regolare l’intensità della ventilazione e definire 5 tipi di funzionamento: riscaldare, raffreddare, deumidificare, ventilare e automatico.

Pro: Semplice e intuitivo da installare
Contro: Condizionatore abbastanza pesante e meno ‘portatile’

condizionatore portatile bianco
@frenky362/fotolia.com

Il condizionatore portatile perfetto per voi

Il test svolto su cinque modelli di condizionatore portatile mi ha portato a scegliere come miglior climatizzatore Pinguino De’Longhi PAC AN97 che risulta potente, pratico da trasportare e perfetto nel raffreddamento di grandi ambienti. Nel rapporto qualità/prezzo invece vince decisamente il condizionatore portatile Argoclima Relax, il quale si distingue non solo per l’efficacia e la potenza ma anche per un design elegante e raffinato.

×

Chiudi