Scheda madre Recensione - Settembre 2017

Luca confronta le 5 ultime schede madre

Luca M.
Asus Crosshair VI Hero Scheda Madre
Asus Crosshair VI Hero Scheda Madre
MSI H270 Scheda Madre
MSI H270 Scheda Madre
Asrock H110 Pro BTC+ Intel H110 LGA 1151 Scheda Madre
Asrock H110 Pro BTC+ Intel H110 LGA 1151 Scheda Madre
Gigabyte GA-B250M-DS3H Scheda Madre
Gigabyte GA-B250M-DS3H Scheda Madre
Gigabyte GA-H110M-S2H Scheda Madre
Gigabyte GA-H110M-S2H Scheda Madre

Per testare e valutare le schede del confronto ho usato una configurazione hardware standard, cambiando esclusivamente il processore (dato che alcuni modelli sono progettati per CPU Intel, altri per CPU AMD). Ho applicato un overclock leggero quando possibile, per poi verificare la stabilità e le prestazioni generali, anche con periferiche esterne.

Vincitore
Asus Crosshair VI Hero Scheda Madre

Asus Crosshair VI Hero Scheda Madre

Risultato del test

9.8

su 10

Socket Processore
AM4
Tipo di chipset
AMD X370
Pro

prestazioni estreme

Contro

manca un dispositivo di controllo overclock esterno

Qualità-prezzo
MSI H270 Scheda Madre

MSI H270 Scheda Madre

Risultato del test

9.5

su 10

Socket Processore
LGA 1151
Tipo di chipset
H270
Pro

ingresso USB type C

Contro

placche protettive troppo fragili

Asrock H110 Pro BTC+ Intel H110 LGA 1151 Scheda Madre

Asrock H110 Pro BTC+ Intel H110 LGA 1151 Scheda Madre

Risultato del test

9

su 10

Socket Processore
LGA 1151 (Socket H4)
Tipo di chipset
/
Pro

grande quantità di ingressi PCI

Contro

incompatibile con alcuni alimentatori

Gigabyte GA-B250M-DS3H Scheda Madre

Gigabyte GA-B250M-DS3H Scheda Madre

Risultato del test

8.7

su 10

Socket Processore
LGA 1151 (Socket H4)
Tipo di chipset
Intel B250
Pro

dimensioni ridotte

Contro

socket ormai datato

Gigabyte GA-H110M-S2H Scheda Madre

Gigabyte GA-H110M-S2H Scheda Madre

Risultato del test

8.3

su 10

Socket Processore
LGA 1151
Tipo di chipset
Intel H110
Pro

istema dual channel per le RAM

Contro

chipset insufficiente per il gaming

»
«

Scegli la migliore scheda madre!

Scheda madre, guida all’acquisto e 5 modelli a confronto

Cos’è una scheda madre?

Se il computer fosse un’automobile, la scheda madre sarebbe il sistema di trasmissione. Questo perché il suo ruolo è quello di ospitare e coordinare tutti gli altri componenti: la scheda madre può essere intesa come un direttore d’orchestra. Ad essa sono direttamente collegati la CPU Intel o AMD, i banchi di memoria RAM, la scheda video (che potrebbe anche non essere presente, nelle configurazioni in cui è sufficiente la scheda video integrata del processore) e alcuni altri inserti secondari. Tramite connessioni a cavo, invece, alla scheda madre sono collegati l’alimentatore, l’archiviazione di massa e – se presenti – gli ingressi e le spie integrati nel case. La scelta di una buona scheda madre comprende numerosi fattori da valutare: il tipo di processori, la scelta fra CPU Intel o AMD, la compatibilità del chipset, la necessità di overclock, le prestazioni generali e la potenza dei componenti da installare. Un insieme di conoscenze piuttosto complesse per un neofita, ecco perché ho scritto questa guida con cui ho confrontato cinque modelli di scheda madre, con relativi pro e contro. Ho definito così la miglior scheda madre attualmente disponibile sul mercato e quella con il miglior rapporto qualità/prezzo.

Per maggiori informazioni sulla scheda grafica clicca qui

Scheda madre primo piano scheda madre
@TBIT/Pixabay.com

Cosa considerare nel momento dell’acquisto?

L’acquisto di una scheda madre dipende in primo luogo dall’uso che si intende fare del proprio PC. Per l’utilizzo familiare (navigazione e gestione di documenti elementari) non sono necessarie grandi prestazioni; per il gaming e l’uso di programmi 3D avanzati, tuttavia, potrebbe servire un’ottimo processore (o addirittura più processori), quindi la scheda madre dovrebbe avere un chipset di fascia alta, una potenza elevata e dovrebbe essere compatibile con quantità di memoria RAM elevate (a partire da 4 slot, senza dimenticare però che l’ammontare di RAM massima dipende anche dal sistema operativo in uso).

Perché ho scelto proprio questi 5 modelli?

Con la mia guida intendo occuparmi di diverse fasce di acquirenti: per coprire adeguatamente le categorie più diffuse ho scelto schede madri caratterizzate da diversi prezzi e prestazioni ben differenziate. La miglior scheda madre del confronto, per esempio, sulla carta è capace di prestazioni doppie, se non triple, se paragonata con quella più economica. Voglio precisare, ad ogni modo, che le prestazioni non sono sempre direttamente proporzionali al prezzo: spesso è meglio scegliere con intelligenza, basandosi su ciò per cui il PC dovrà essere impiegato. Senza dubbio hanno influito sulla mia scelta, inoltre, la professionalità del marchio e la modernità del chipset. Ho evitato quindi i modelli obsoleti, mentre non mi sono imposto una particolare rigidità per quanto riguarda la possibilità di overclock. Infine ho scartato le configurazioni con più processori, che ritengo completamente al di fuori del mercato casalingo.

Scheda madre primo piano scheda madre gigabate
@MarcelloRabozzi/Pixabay.com

Il test: 5 modelli a confronto

Asus Crosshair VI Hero

Praticamente perfetta. Connettività M.2 per i più recenti supporti di memoria flash, ingressi USB 3.1, illuminazione led e networking avanzato. Pro: prestazioni estreme. Contro: manca un dispositivo di controllo overclock esterno.

Killer argument: Il meglio del meglio. Soglia RAM di ben 64 GB, potenza senza pari. Consigliata per qualsiasi utilizzo, anche spinto.

MSI H270 Gaming M3

Formato standard ATX, processori di sesta e settima generazione, potenza sopra la media e chipset Kabylake. Aggiornata ed economica: di sicuro la miglior scheda madre per rapporto qualità/prezzo. Pro: ingresso USB type C. Contro: placche protettive troppo fragili.

Killer argument: Eccellente per risparmiare. Potenza inferiore rispetto alla precedente, ma sufficiente anche per un uso gaming medio.

ASRock H110 Pro BTC+

Modello economico con BIOS di tipo UEFI AMI. Anche in questo caso non manca nulla, ma gli slot per le RAM sono solo due, forse troppo pochi per gli standard attuali. Pro: grande quantità di ingressi PCI. Contro: incompatibile con alcuni alimentatori.

Killer argument: Potenza limitata, compatibile con processori dello scorso anno e pochi alimentatori. Valutare con attenzione.

Gigabyte GA-B250M-DS3H

Con un formato Micro ATX, questa scheda madre occupa poco spazio e può comunque ospitare tutti i componenti necessari. La sconsiglio per l’overclock e per qualsiasi schema SLI, Crossfire o RAID. Pro: dimensioni ridotte. Contro: socket ormai datato.

Killer argument: Ideale per i PC di piccole dimensioni. Non di certo la miglior scheda Micro ATX, ma nel suo settore si fa valere.

Gigabyte GA-H110M-S2H

Stesso brand e stesso socket del modello precedente, ma con l’aggiunta di un sistema di gestione audio avanzato. Inoltre sono presenti le porte D-sub per la visualizzazione multipla. Pro: sistema dual channel per le RAM. Contro: chipset insufficiente per il gaming.

Killer argument: Probabilmente il miglior chip audio nel campo Micro ATX, tutto il resto nella media. Buona per un uso leggero.

Conclusioni

Scheda madre ragazzo con laptop
@geralt/pixabay.com

La miglior scheda madre del confronto è la Asus Crosshair VI Hero. Nella dotazione e nella preparazione per le configurazioni più estreme non è stato lasciato nulla al caso, dalla potenza dei dissipatori alla quantità di ingressi e slot RAM. Gli optional non sono da meno: un PC esteticamente gradevole può dare grandi soddisfazioni, e in questo sono senza dubbio d’aiuto i led compresi nel pannello principale. I processori compatibili sono gli X370, fra i più avanzati e prestanti sul mercato. Basandomi esclusivamente sul rapporto qualità/prezzo, invece, ho scelto la MSI H270 Gaming M3. Come suggerisce il nome è indicata per il gaming, ma si comporta bene anche in tutte le altre applicazioni, pur non raggiungendo le performance della Crosshair. Compatibile con processori Intel di tipo Kabylake. Il primo modello saprà soddisfare chi pretende il meglio, senza compromessi; il secondo modello è più adatto invece per chi preferisce risparmiare rinunciando ad una piccola percentuale di performance. Entrambe sono schede madri di buona qualità, se inquadrate all’interno del contesto per cui sono state progettate.

Ancora indeciso? Dai un’occhiata alla nostra recensione sulla scheda grafica !

×

Chiudi