caricabatterie usb da muro Recensione - Febbraio 2018

alessandraangeloni confronta gli tre ultimi caricabatterie usb da muro

Anker
Anker
RavPower
RavPower
AMANKA
AMANKA

Al fine di offrire una valutazione oggettiva delle prestazioni dei diversi caricabatterie USB, ho provveduto a misurare tensione e corrente erogata attraverso un multimetro. Le varie misurazioni sono state effettuate utilizzando stesso cavo e stesso dispositivo per evitare di falsare i risultati.

Vincitore
Anker

Anker

Risultato del test

10

su 10

Caratteristiche
Tecnologia esclusiva PowerIQ
Dimensioni
9,9 x 7 x 2,6 cm
Peso
358 g
Pro

Comodo

Pratico

Contro

Efficienza ricarica

Qualità-prezzo
RavPower

RavPower

Risultato del test

9

su 10

Caratteristiche
Ricarica intelligente, compatibilità universale, design originale
Dimensioni
10,1 x 6,9 x 2,9 cm
Peso
195 g
Pro

Comodo

Contro

Non molto veloce

AMANKA

AMANKA

Risultato del test

8

su 10

Caratteristiche
Dispositivo di riconoscimento della tensione di ingresso da 100V a 240V, ideale per i viaggi internazionali
Dimensioni
9,1 x 8,6 x 2,8 cm
Peso
59 g
Pro

Sicuro

4 porte

Contro

DImensioni

»
«

Con un caricabatterie da muro puoi connettere tutti i dispositivi che vuoi! Scegli il tuo!

Ormai le nostre case sono invase da dispositivi elettronici come action cam, ebook reader, tablet e smartphone in grado di ricaricarsi via USB. Spesso quindi si pone il problema di doverli caricare contemporaneamente occupando così diverse prese in casa. Anche quando si viaggia con amici e famiglia è sempre caccia alla presa libera negli hotel !

La soluzione definitiva sono i caricabatteria usb multiporte che hanno ormai da tempo invaso il mercato. Ce ne sono davvero tantissimi ed a breve vedremo nel dettaglio i miei 5 preferiti. La scelta di un buon caricabatterie deve essere fatta tenendo conto di diversi parametri:

  • Il numero di porte USB: più sono e più dispositivi possiamo caricare contemporaneamente
  • La potenza complessiva del caricabatterie: è un parametro importante soprattutto per quelli con tante porte. Se la potenza è buona si riescono a caricare più velocemente i vari dispositivi collegati
  • Le opportune certificazioni che garantiscono la sicurezza e la qualità del prodotto.

Capiremo a breve meglio l’importanza di questi parametri.

Syncwire Caricabatterie USB

E’ senza dubbio il mio preferito per i viaggi grazie alle dimensioni compatte e la presenza di una spina modulare e 2 adattatori inclusi nella confezione che consentono di utilizzarlo in Europa, USA e Regno Unito!

Dispone di 4 porte USB due delle quali erogano massimo 2,4 A (per tablet e dispositivi più energivori) e le restanti 1 A (per smartphone, action cam, ecc..). Nei miei test reali, la porta da 2,4 A ha raggiunto i 2 A con il mio iPad Air 2 e rappresenta un buon risultato.

Un piccolo LED di colore blue lo rende facilmente individuabile anche al buio. La qualità costruttiva è ottima, molto bello da vedere grazie alla finitura lucida.

Syncwire offre infine una garanzia a vita del prodotto!

VOLUTZ FLUXPORT 2+

Dispone di due porte USB in grado di erogare fino a 2,4 A ognuna. Nei test reali ho raggiunto 1,8 A su iPad Air 2. Il corpo è in plastica leggermente gommata. Può funzionare anche all’estero come tutti gli altri prodotti analizzati in questa comparativa dato che supporta tensioni in ingresso da 100 a 240 Volt.

Dispone di tutte le certificazioni relative alla sicurezza e previste dalla normativa in materia come del resto tutti gli altri prodotti analizzati in questa comparativa.

Anker PowerPort 6

Il mio preferito per l’ufficio e la casa. Ben 6 porte USB con tecnologia Power IQ , sviluppata da Anker , in grado di riconoscere i dispositivi connessi per offrire la carica più veloce possibile fino a 2,4 A. A differenza del Syncwire e del Volutz, questo PoerPort rientra nella categoria dei caricabatterie da tavolo vista la presenza di un cavo di corrente lungo 150 cm che consente di posizionarlo su un tavolo o dove più ci vonviene.


Per quanto riguarda le prestazioni reali coincidono praticamente con quelle dichiarate dal produttore. Basta pensare che con l’iPad Air 2 raggiungo i 2,3 A stabili.

RAVPower Stazione di Ricarica

Molto simile all’ Anker come concezione e forma. La differenza principale sta nel fatto che 3 porte USB erogano fino a 2,4 A mentre le altre 3 fino a 1 A. Questo obbliga a verificare di volta in volta a quale porta stiamo collegando il nostro dispositivo da ricaricare.

Buono anche il risultato del test con iPad Air 2 che carica a circa 2 A. Non mancano infine le certificazioni di sicurezza e sistemi di protezione che evitano il danneggiamento accidentale dei dispositivi collegati.

CONCLUSIONI

In commercio su Amazon troverete decine e decine di prodotti simili. Diffidate però da prodotti dal costo molto basso e di dubbia provenienza che potrebbero danneggiare i vostri dispositivi o peggio ancora voi stessi. I marchi visti in questa recensione sono tra i più affidabili del mercato ed io stesso li utilizzo giornalmente.

Per quanto riguarda i caricabatterie da tavolo come quelli Anker e RAvPower vi svelo un trucco: basta un po’ di velcro adesivo per fissarli praticamente dappertutto come ad esempio sotto la scrivania e farli sparire alla vista!

Sono prodotti ormai indispensabili che contribuiscono a creare ordine in casa o ufficio grazie al fatto che si occupa una sola presa di corrente e non sono necessari i caricabatterie originali di ogni dispositivo.

×

Chiudi