fotocamera reflex digitale Recensione - Febbraio 2018

Luca confronta gli quattro ultimi fotocamera reflex digitale

Luca M.
Sony Alpha 68K
Sony Alpha 68K
Canon EOS 1300D
Canon EOS 1300D
Nikon D3300
Nikon D3300
Fujifilm FinePix HS35EXR
Fujifilm FinePix HS35EXR

Per il mio test ho avuto la possibilità di provare per una giornata cinque diversi modelli di macchina fotografica, realizzati da produttori differenti ed equamente diffusi sul mercato. Per ogni fotocamera digitale analizzata ho eseguito degli scatti in condizioni tipiche: luminosità ottimale, movimento, varie impostazioni di priorità, luminosità scarsa e scatto notturno. Ho tenuto conto inoltre della comodità, degli accessori, delle funzioni aggiuntive e della fascia di prezzo. In questo modo ho definito quale, fra le cinque, risulti essere la fotocamera digitale più avanzata e quella con il miglior rapporto tra qualità e costo.

Vincitore
Sony Alpha 68K

Sony Alpha 68K

Risultato del test

10

su 10

Peso
594 g
Dimensioni
8,3 x 14,6 x 10,2 cm
Megapixel
24.2
Pro

Comoda

Ben assemblata

Contro

Prezzo

Qualità-prezzo
Canon EOS 1300D

Canon EOS 1300D

Risultato del test

9

su 10

Peso
620 g
Dimensioni
8 x 14 x 11 cm
Megapixel
18
Pro

Molto intuitiva

Rapporto qualità-prezzo

Contro

Non per professionisti

Nikon D3300

Nikon D3300

Risultato del test

8.5

su 10

Peso
667 g
Dimensioni
7,5 x 12,4 x 9,8 cm
Megapixel
24.2
Pro

Semplice da usare

Contro

Prezzo

Fujifilm FinePix HS35EXR

Fujifilm FinePix HS35EXR

Risultato del test

8

su 10

Peso
635 g
Dimensioni
12,6 x 13,1 x 9,6 cm
Megapixel
16
Pro

Stabilizzatore meccanico

Schermo inclinabile

Contro

sensore da 16 Megapixel

»
«

Sei sei un appassionato di fotografia? Scegli la tua fotocamera reflex!

Introduzione: cos’è una reflex?

La fotocamera di tipo reflex, come suggerisce il nome, contiene uno specchio che riflette l’immagine inquadrata su un mirino. Attraverso il mirino, e senza nessun tipo di componente digitale di mezzo, si potrà vedere esattamente l’immagine che si scatterà. Questo è un vantaggio, per esempio, rispetto alle macchine fotografiche mirrorless: nonostante i modelli „senza specchio“ possano raggiungere una qualità professionale, infatti, riproducono l’anteprima dello scatto tramite uno schermo, quindi con luminosità e colori inevitabilmente alterati (seppur di poco).

Fotocamera digitale reflex nera
@TensArt/Pixabay.com

Il rovescio della medaglia riguarda l’ingombro. L’immagine viene riflessa nel mirino con un sofisticato sistema di specchi, che occupano più spazio rispetto a dei semplici circuiti elettronici, rendendo le reflex più ingombranti rispetto alle compatte.

Fotocamera digitale reflex nikon
@ionasnicolae/Pixabay.com

Quando la macchina è digitale significa che le foto scattate vengono conservate in una scheda di memoria e non in una pellicola, con un notevole aumento di spazio (una singola scheda di memoria può contenere migliaia di foto). Le mie esigenze mi hanno portato a scegliere un modello reflex perché considero il mirino ottico indispensabile, e l’ingombro aggiuntivo è davvero trascurabile. In alcuni casi, piuttosto, le dimensioni delle reflex sono apprezzate per la comodità dell’impugnatura, in particolare fra i professionisti.

Cosa considerare prima dell’acquisto?

Il primo fattore da valutare è senza dubbio la destinazione di utilizzo. Per cosa si vuole usare la propria macchina fotografica? La risposta non è scontata, ma è sempre di fondamentale importanza per la scelta. Alcuni esempi: per immortalare paesaggi e conservare gli scatti in un archivio digitale può bastare un apparecchio di base.

Ma se si desidera stampare le foto, soprattutto nel caso in cui si stampino poster di grandi dimensioni, è importante che la quantità di pixel (da non confondere con la risoluzione del display, sempre misurata in pixel ma secondo criteri differenti) sia elevata. Dopo aver individuato la categoria, quindi dopo aver ridotto il campo di scelta, ci si può concentrare sui singoli modelli. La scelta diventerà sempre più soggettiva man mano che si analizzeranno i dettagli. Un mio consiglio è quello di fare il possibile per toccare con mano i modelli candidati, magari tramite un amico fotografo, ma anche in un centro commerciale o nei negozi specializzati, per poi procedere con più sicurezza all’acquisto online. Solo in questo modo si potrà valutare anche uno degli ultimi parametri, ovvero il modo in cui la macchina „calza“ nelle proprie mani. La preparazione all’acquisto non è mai eccessiva: solo con una valutazione attenta si avrà la certezza di aver scelto al meglio.

Cinque modelli a confronto

Canon EOS 1300D

La 1300D, prodotta dai giapponesi di Canon, racchiude tutte le caratteristiche della perfetta entry-level. Un’ottima scelta per iniziare, che potrebbe comunque essere usata anche in un contesto più avanzato. L’unica carenza: l’obiettivo in dotazione, un 18-55mm che potrebbe essere migliorato.

Nikon D3300

La diretta rivale della 1300D, con un obiettivo simile (sempre un 18-55mm) ma con il pregio di avere, al contrario delle entry-level Canon, un buon sensore da 24.2 Megapixel. Il prezzo, però, è leggermente superiore: non esattamente la soluzione più economica, come prima macchina.

Sony Alpha 68K

La 68K stupisce per l’ottima resa in condizioni di scarsa luminosità, un grande pregio. Incorpora uno schermo retroilluminato nella parte superiore, che racchiude i parametri impostati sul momento. Ma la qualità si paga: il prezzo è il più alto fra tutti i modelli di questo test.

Fujifilm HS35EXR

Un marchio forse sottovalutato, che ha in catalogo questo modello dall’ottimo rapporto tra qualità e prezzo. Peccato per il sensore da 16 Megapixel: gli ingrandimenti delle fotografie non saranno all’altezza dei tre modelli trattati sopra. In compenso, però, ho apprezzato lo stabilizzatore meccanico e lo schermo inclinabile.

Conclusioni

Come promesso, fra le cinque macchine trattate, ho scelto il modello migliore e quello più conveniente come rapporto qualità/prezzo. In termini assoluti la Sony Alpha 68K ha conquistato il primo gradino del podio: comoda, ben assemblata e con un sensore che normalmente non si trova nella fascia economica. Tuttavia proprio economica non è, per lo meno non in rapporto alle altre. Una spesa da valutare se non si hanno stretti limiti di budget. Lo schermo aggiuntivo, retroilluminato con un arancio che lo rende consultabile anche al buio senza alcun fastidio, è la ciliegina sulla torta. Il miglior rapporto qualità/prezzo è invece garantito dalla Canon EOS 1300D. Si tratta della macchina che sceglierei per uno studente, un ottimo trampolino di lancio verso il meraviglioso mondo della fotografia. Se la fotografia non fosse la mia professione la sfrutterei quotidianamente, un buon compromesso tra l’efficienza e l’ingombro delle attrezzature più impegnative e costose.

×

Chiudi